Bara (la)

La bara - La bara

Indovinello popolare raccolto da Carlo Piancastelli (Indovinelli)

 

Da quàtar virs e' ven un animalaz:
l'ha quàtar gamb ch'e' pêr un cavalaz,
l'ha quàtar gamb ch'ali porta in so,
lò e' porta i étar e i étar al porta lò.

Da quattro versi viene un animalaccio:
ha quattro gambe che sembra un cavallaccio,
ha quattro gambe che lo reggono,
lui porta gli altri e gli altri portano lui.

 

Tratto da:
Giuseppe Bellosi,
Sotto mentite spoglie. Indovinelli romagnoli inediti del XVIII e XIX secolo, Maggioli Editore, Rimini, 1988