Canale dei Mulini, Ponte delle lavandaie

Ponte delle lavandaie, Canale dei Mulini

Situato in Via Villa, a circa 300 metri dall'incrocio con la Via Circondario Ponente

 

Interessante manufatto storico che risale al 1600, il ponte è detto “delle lavandaie” per via dei gradoni realizzati a nord, tutt'ora visibili, che arrivano fino all'acqua e che venivano utilizzati fino agli anni ’50 del secolo scorso dalle lavandaie per lavare i panni nel canale.

Il Ponte delle Lavandaie aveva un secondo parapetto (a sud) che poi è stato abbattuto. La dolcezza e serenità del posto sono note a tutti i lughesi che hanno visto in foto d’epoca le lavandaie fare bucato con molta fatica per sé e per le famiglie abbienti. Questo è uno degli angoli più belli in assoluto di tutto il canale, anche per via della rigogliosa vegetazione spontanea su entrambe le sponde. Dal Ponte delle Lavandaie è possibile proseguire ancora per circa 700 metri costeggiando il Canale dei Mulini su entrambe le sponde (sia a piedi, sia - con qualche attenzione - in bicicletta), arrivando alla zona in cui, fino a pochi decenni fa sorgeva il Mulino Figna.

 

( Fonte: Walter Berti )

 

Bibliografia
Walter Berti (a cura di), Lugo nel 900. Una storia di Lugo nel XX secolo, Walberti Edizioni, Lugo, 2005