Conselice, Lapide alle vittime del 1890

Conselice, Lapide alle vittime del 1890

I soldati fanno fecero contro un gruppo di risaiole in sciopero per l'aumento del salario

e di braccianti disoccupati che chiedevano l'avvio di lavori pubblici. 

Indirizzo:                           Conselice, Via Garibaldi 14
Sito Collocazione:               sulle pareti del Municipio
Data collocazione:              21 maggio 1946
Materiali:                           lastra in marmo grigio con iscrizioni nere scolpite
Resp.della conservazione:   Comune di Conselice
Stato di conservazione:       buono
 
 
Il 21 maggio 1890, Decisi a farsi sentire in Comune, i braccianti si mossero verso il municipio, ma le guardie chiamate a difendere il palazzo spararono colpi d'arma da fuoco sui manifestanti. Albina Belletti, mondina poco più che ventenne, fu uccisa con due colpi di revolver alla nuca; Annunciata Felicetti, risaiola, e Francesco Tabanelli, sarto, caddero sotto il piombo delle “baionette”, circa una trentina riportarono gravi ferite.

 

Iscrizioni:

IL POPOLO CONSELICESE
AI CADUTI DEL 21 MAGGIO 1890
BELLETTI ALBINA
FELICETTI ANNUNZIATA
TABANELLI FRANCESCO
21 MAGGIO 1946