Stern Ignaz, La Vergine annunciata

Ignaz Stern, La Vergine annunciata

Lugo, Oratorio di Sant'Onofrio, Largo Calderoni n.3, Presbiterio

 
Autore:            Ignaz Stern (Mauerkirchen, Passavia 1679 – Roma 1748)
Titolo:              La Vergine annunciata
Anno:              1716-18
Tecnica:           tela / pittura a olio
Dimensioni:      146 x 78 cm
 
La Vergine, ignara di quanto sta per esserle annunciato, è rappresentata genuflessa su un inginocchiatoio
in sottinsù luminoso, non distoglie lo sguardo dal libro delle devozioni, che tiene aperto davanti a sé
reggendolo con la mano sinistra, mentre la destra è al seno. Dall’alto scende la colomba dello Spirito Santo.
L'opera è databile intorno al biennio 1716-18 e fin dall’origine fu collocata al lato dell’altare maggiore.

 
Cenni sull'autore.
Nato a Mauerkirchen nel 1679, Stern era arrivato in Italia, dopo un apprendistato in Baviera, verso il 1695 per formarsi nella affollata scuola del Cignani che lo spinge verso Roma e lo attrae verso la sua città, Forlì, dove è attivo per oltre quarant'anni. Esecutore assai prolifico Stern si mosse tra la Romagna e Roma, dove soggiornò per due lunghi periodi (1701-13 e 1724-48).  Ciò che è perfezione, statuaria e plastica, nel suo maestro Cignani, si fa pura essenza, sfidando la natura dei corpi (d'altra parte sono angeli), in Stern. Nessuno più di lui è lontano dalla realtà, nei cieli sereni di un paradiso incorruttibile. Se mai pittore, non per concetti ma per trasfigurazione della materia, toccò il sublime, questi è Stern.