Vistoli Carlotta

Vistoli Carlotta

Cotignola 4 ottobre 1876 - Cotignola 24 febbraio 1945

 

Il 24 febbraio 1945 fu senza meno una delle giornate più dure passate dalla popolazione cotignolese nel tragico "tempo del fronte". Le ondate dei bombardieri si susseguirono per tutto il giorno seminando morte e distruzione; furono colpiti  "il Palazzone", il Teatro Comunale e le case Varoli e Brusi in Via Rossini.

Vicino alla casa Brusi si trovava, in Via Rossini, la casa di Carlotta Vistoli, della "La Carlòta", di Cristoforo e Ghetti Lucia, nata il 4 ottobre 1876, ex infermiera dell'Ospedale Testi, in pensione. La casa era stata rimaneggiata di recente, anche con opere in cemento armato; le bombe la colpirono in pieno e la Vistoli rimase ferita. Il ferro che sosteneva i piani in cemento dell'abitazione impedì ai soccorritori, pur accorsi numerosi ma sprovvisti di attrezzature idonee, di portare aiuto alla poveretta che per molto tempo fece udire i suoi lamenti. Fu dissepolta verso sera, ma era ormai troppo tardi.

(da "Notiziario Cotignolese", supplemento al n.2 di "Cotignola Oggi" del 01/04/1985, pag.4)